1. L'inizio della schiavitù


    Data: 14/04/2019, Categorie: Lui & Lei, Autore: IoSonoMarcello, Fonte: Annunci69

    ovviamente accettai. Penso lo fece per utilizzare l’attrezzattura. A mio avviso questi strumenti sono molto utili ma non sono l’essenza del BDSM, quella è dentro i nostri cervelli. Appena arrivato venni zittito da uno schiaffo della mistress e poi da uno sputo della mia lei. Li capii cosa mi aspettava. Venni bendato, legato e immobilizzato. Mi tormentarono gli organi genitali, venni frustato nelle natiche, pinze varie e cera calda nei capezzoli, trascinato successivamente per la stanza intervallando questi maltrattamenti con altri di dolce riconoscenza, baci, carezze. Decisero poi di possedermi con lo strap on. Ricordo che non mi concessero il premio finale e per me fu quella la tortura più pesante, la negazione del riconoscimento finale. Il nostro rapporto continuò su questi binari, allontanandoci sempre di più da una relazione tradizionale. Ero diventato un oggetto della sua perversione e questo mi eccitava terribilmente. I momenti in cui mi sentivo arrendere al suo volere erano quelli che mi regalavano enormi alterazioni ormonali, erano gli attimi dell’implorazione. Non era l’eiaculazione in se che mi donava piacere ma tutti i momenti preliminari. Sono stato trascinato in questo vortice assecondando i desideri della mia lei, desideri che sono diventati successivamente anche i miei. Ogni mistress ha le sue preferenze e il suo stile di dominazione. Sono semplicemente qua desideroso di assecondarli. .
«12»