1. L'ossessione di scopare con mia figlia ventenne Parte I


    Data: 14/04/2019, Categorie: Incesti Autore: Pierre, Fonte: EroticiRacconti

    SFONDA LA FICA DELLA FIGLIA DICIOTTENNE!", sorrido e sospiro, poi stropiccio il giornale afflosciandolo sulle ginocchia mentre il cazzo si drizza per quel titolo e le mie fantasie. In quel momento entra nello studio mio figlio Giulio che si siede sull'altra poltrona. Più che sedersi si lascia cadere e sbuffa, visibilmente scocciato e affranto. Io lo fisso e, preoccupato, gli chiedo cos'ha. "Le femmine, papà. Già a quindici anni, se non prima, si atteggiano a donne di mondo, ti fanno credere di essere facili e poi al momento di dartela fanno le preziose e le difficili. Uff... ti rincoglioniscono!" Mi sento maledettamente solidale con mio figlio. Gli dico che ha ragione e gli confesso che sono nella sua stessa situazione. Lui mi fissa sorpreso e mi fa: "Ma papà che cazzo dici! Tu nella mia situazione? Ma va. Hai una moglie che ti invidiano tutti. Se sapessi quante battute e quante confidenze mi fanno tutti i miei amici, sulla mamma. E cazzo, ti confesso che anche io sono anni che mi sego pensandola...". Nel dirlo fa il gesto di smanettarsi, portandosi la mano sulla patta dei pantaloni ed io scoppio a ridere, seguito a ruota da lui. Quella risata mi mette a mio agio e mi spinge ad aprirmi un po' con Giulio. "Sapessi chi sta rincoglionendo me, figliolo...", gli ...
     dico sospirando e scuotendo il capo. Lui riprende a squadrarmi con un'espressione ancora basita e un pizzico pure infastidita e mi fa: "Cazzo papà, hai una strafiga come moglie, che a cinquant'anni fa intostare cazzi a tutti i giovanotti che la conoscono e tu vai a rincoglionirti per un'altra? Ma sarai pirla o no?", poi incalza: "E magari trascuri pure mamma per andare dietro a qualche sciacquetta, che per quanto può essere carina non può mai valere il rischio di mandare a puttane un matrimonio con una bella MILF come mamma. Che coglione sei!" Confesso a mio figlio che sì, da diverso tempo per eccitarmi e fare sesso con sua madre devo ricorrere a fantasticare su quell'altra, e lui rincara con il darmi ancora del coglione, cosa che a quel punto mi fa scattare di rabbia. "Oé, coglione cosa?! Ma sarai coglione tu che hai una sventola di sorella e ti seghi pensando a tua madre! Idiota sfigato!...". Ecco, in un momento di rabbia ho confessato a mio figlio che esco matto dalla voglia di scopare con sua sorella. Lui adesso è così sconcertato che scoppia a ridere mentre io a sto punto mi metto e gli racconto tutto. In poco tempo viene a sapere di tutte le mie ossessioni morbose su Simona e mentre ascolta lo sento sospirare, sempre più interessato ed eccitato. CONTINUA 
«12»